IVA SUL GAS DOMESTICO: FINE AL CALMIERE, ARRIVERÀ FINO AL 22%

12 Gennaio 2024

IVA SUL GAS DOMESTICO: FINE AL CALMIERE, ARRIVERÀ FINO AL 22%

IL CALO DEL PREZZO DELLA MATERIA PRIMA SARÀ COMPENSATO DALLA FINE DELLE MISURE DI CALMIERE POSTE DAL GOVERNO NEL 2022: IVA AL 5% E TAGLIO DEGLI ONERI DI SISTEMA.

IL PREZZO DEL METANO SCENDE A 31,58 EURO AL MEGAWATTORA ALLA BORSA DI AMSTERDAM, IL LIVELLO CHE AVEVA ALL’INIZIO DELLA CRISI ENERGETICA, NEL NOVEMBRE DEL 2021. MA LA BOLLETTA DEL GAS, SECONDO GLI ESPERTI, NON SCENDERÀ NEL 2024. IL CALO DEL PREZZO DELLA MATERIA PRIMA SARÀ COMPENSATO DALLA FINE DELLE MISURE DI CALMIERE POSTE DAL GOVERNO NEL 2022: IVA AL 5% E TAGLIO DEGLI ONERI DI SISTEMA.

LUNEDÌ ALLA BORSA DEL METANO DI AMSTERDAM, LA TTF, IL GAS HA CHIUSO A 31,58 EURO AL MEGAWATTORA, IL VALORE DEL NOVEMBRE 2021. NEPPURE UN DECIMO DEI 340 EURO DELL’AGOSTO 2022 (IL CULMINE DELL’EMERGENZA), ANCHE SE ANCORA SOPRA I 20 EURO DI PRIMA DELLA CRISI, SCOPPIATA NELL’ESTATE 2021. IL CALO DELLA QUOTAZIONE ALLA TTF DI AMSTERDAM È DOVUTA ALLA DOMANDA CONTENUTA IN EUROPA, GRAZIE ALLE SCORTE CHE NELL’UE SI MANTENGONO SOPRA L’84%, A 967 TERAWATTORA. PER QUESTA RAGIONE, I CONTRATTI FUTURE SUL MESE DI FEBBRAIO CEDONO L’8,82%, SCENDENDO A 31,5 EURO AL MEGAWATTORA. CALA ANCHE IL PREZZO DEL PETROLIO, DOPO CHE SAUDI ARAMCO HA ABBASSATO DI 2 DOLLARI AL BARILE IL SUO PRODOTTO DI PUNTA (ARAB LIGHT) DESTINATO ALL’ASIA, A CAUSA DELLA PERSISTENTE DEBOLEZZA DEI MERCATI GLOBALI. IL WTI ARRETRA DEL 4,6% A 70,39 DOLLARI AL BARILE, MENTRE IL BRENT CEDE IL 3,9% A 75,7 DOLLARI. TUTTAVIA, LA RIDUZIONE DEL PREZZO DEL METANO NON FARÀ RIDURRE LE BOLLETTE. SECONDO IL PRESIDENTE DI NOMISMA ENERGIA, DAVIDE TABARELLI, LE TARIFFE DEL GAS DI GENNAIO DOVREBBERO AUMENTARE DEL 9% RISPETTO A DICEMBRE, A CAUSA DELLA FINE NEL 2024 DELLO SCONTO SULL’IVA, CHE DAL 5% TORNERÀ AL 22%.

UNA FAMIGLIA TIPO ITALIANA (CHE CONSUMA 1.400 METRI CUBI DI METANO ALL’ANNO) SPENDERÀ POCO MENO DI 1.350 EURO PER LA BOLLETTA DEL GAS NEL 2024: UN VALORE VICINO A QUELLO DEL 2023, QUANDO L’ESBORSO COMPLESSIVO È ARRIVATO A 1.300 EURO.

 

SEBBENE LONTANI DAL PICCO DEL 2022, ANNO IN CUI LA SPESA MEDIA HA SFIORATO I 1.800 EURO, SI TRATTA DI PREZZI PIÙ ALTI RISPETTO A QUELLI RILEVATI PRIMA DELL’ARRIVO DEL COVID E DELLA GUERRA IN UCRAINA. NEL 2019, LA SPESA PER IL GAS DI UNA FAMIGLIA TIPO ERA STATA DI CIRCA 1.070 EURO». L’UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DEFINISCE “TASSA MELONI” LA FINE DEL CALMIERE SULLE BOLLETTE. «IL RITORNO DELL’IVA SUL GAS AL 22% NEL 2024 FARÀ ALZARE LA BOLLETTA DI 162 EURO ALL’ANNO A FAMIGLIA – COMMENTA -, MENTRE IL RISPRISTINO DEGLI ONERI DI SISTEMA COSTERÀ ALTRI 45 EURO ANNUI. IN TOTALE, LA FINE DEL CALMIERE SULLE BOLLETTE DEL GAS COSTERÀ A UNA FAMIGLIA 207 EURO ALL’ANNO IN PIÙ». ASSOUTENTI PARLA DI «UNA SPESA AGGIUNTIVA DA CIRCA 250 EURO ANNUI A NUCLEO SOLO A TITOLO DI IMPOSTE».